La tua area riservata. Per gestire Articoli, Annunci e Commenti
Polemiche sul bilancio del Comune - myNews.iT
Consulenze Comune, partono esposti - myNews.iT
Termoli e l'incendio del castello - myNews.iT
Italia in pedaló fa tappa a Termoli - myNews.iT
Bennato e la Notte di mezza estate - myNews.iT
Fuochi San Basso 2014 - myNews.iT
San Giacomo sotto le Stelle XI edizione, vince Ivan Di Mario - myNews.iT
Comune di Termoli: consiglio monotematico Sanità - myNews.iT
Termoli: tensione allo Zuccherificio - myNews.iT
Termoli: protesta balneatori in Comune - myNews.iT
Termoli, primo consiglio comunale Sbrocca - myNews.iT
Confronto alla luce del Sole tra Di Michele e Ciarniello - myNews.iT
Sbrocca e Marone, «day after» - myNews.iT
Michele Marone:"Viva Termoli e viva i termolesi" - myNews.iT
«Un posto al sole»: confronto all'ombra della storia tra Marone e Sbrocca - myNews.iT
Comunali Termoli: Marone e Sbrocca al ballottaggio - myNews.iT
A casa del Candidato Sindaco: Nicola Di Michele - myNews.iT
A casa del Candidato Sindaco: Michele Marone - myNews.iT
A casa del Candidato Sindaco: Remo Di Giandomenico - myNews.iT
A casa del Candidato Sindaco: Paolo Marinucci - myNews.iT
Benedetto Salvatore: "Formiamo i giovani in Azienda" - myNews.iT
Scritto da Redazione    Mercoledì 18 Aprile 2012 20:38    Stampa
III Workshop su Stenoplastica, il Sistema Osseofix alla Neuromed di Pozzilli
Rubriche - Salute e Scienze

POZZILLI _ Vengono da Bologna, Roma e Cagliari gli specialisti che prenderanno parte, il prossimo 19 aprile, al III Workshop “Stentoplastica – Il sistema Osseofix”, l’appuntamento semestrale organizzato dal dott. Marcello Bartolo, Responsabile della Neuroradiologia diagnostica e terapeutica dell’IRCCS Neuromed di Pozzilli (IS) per divulgare la nuova tecnica per il trattamento delle fratture vertebrali. Si tratta di Osseofix, una procedura che rappresenta l’evoluzione di due tecniche neuroradiologiche interventistiche consolidate in campo traumatologico vertebrale: la vertebroplastica tradizionale (con iniezione di cemento nella vertebra fratturata) e la cifoplastica (iniezione di cemento previa espansione della vertebra con palloncino).

La novità introdotta da Osseofix è la possibilità di stabilizzare permanentemente la vertebra con una sorta di gabbia in titanio che, una volta applicata con un intervento percutaneo, viene riempita di cemento acrilico solidificato. Il dispositivo, di ultima generazione, è stato di recente importato in Italia dagli Stati Uniti dallo stesso dott. Marcello Bartolo che ne è stato il primo utilizzatore in Italia e che, tramite il workshop, sta divulgando la nuova tecnica ai colleghi (come ortopedici, neuroradiologi e neurochirurghi) che non hanno ancora avuto l’opportunità di conoscerla. Il workshop prevede momenti di discussione finalizzati ad illustrare le indicazioni al trattamento per via percutanea e interventi in diretta.

I vantaggi dell’applicazione dello stent in titanio sono molteplici; lo stent infatti risolve fratture particolarmente difficili da trattare, quali quelle traumatiche acute in soggetti giovani ed anche nei casi di fratture osteoporotiche datate da molti mesi (estensione della finestra terapeutica), garantendo la creazione di una nuova e valida impalcatura per la vertebra che regga nel tempo. Non solo, questo sistema evita il pericolo di fuoriuscita del cemento, riducendo la possibilità di complicanze rispetto alle tecniche tradizionali. L’Osseofix si pone dunque come la nuova soluzione anche contro la lombaggine da crollo vertebrale e, in taluni casi, nei cedimenti vertebrali da osteoporosi. “Questa procedura neuroradiologica interventistica – spiega il dott. M. Bartolo – permette di alleviare il dolore di quei pazienti sofferenti per crollo vertebrale, riparando il segmento fratturato in poco tempo, spesso senza procedure anestesiologiche totali e, soprattutto, con una tecnica interventistica-chirurgica mini invasiva che comporta l’introduzione nel corpo della vertebra fratturata di uno/due stent espandibili in titanio, fenestrati, con secondaria iniezione di cemento semifluido autosolidificante. La combinazione cemento-stent permette il rialzamento della vertebra crollata, la solidificazione del cemento e la stabilizzazione del corpo vertebrale con immediata risoluzione del dolore”.

L’intervento, eseguito quasi sempre in anestesia locale, dura circa quarantacinque minuti e permette al paziente una ripresa molto rapida, consentendogli di deambulare senza dolore a sole ventiquattro ore dall’inserimento dello stent, con una degenza media di circa 2 giorni e senza necessità di utilizzare busto ortopedico.

 
myNews.iT - Per questa Pubblicità chiama il 393.5496623

Arte e Cultura

Venerdì, 19 Settembre 2014

E' di band molisana la sigla di Mi Manda Rai 3

CAMPOBASSO - Nuovo look per lo storico programma "Mi Manda Rai Tre" che dal 22 settembre, tutte le mattine dalle ...

Altri Articoli: Arte e Cultura

Viaggi

Domenica, 24 Agosto 2014

Percorso tra Storia, Ulivi e Paesaggi

SPECCHIA - In questo mese di Agosto nasce la voglia e la passione per intraprendere un viaggio più che affascinante ...

Altri Articoli: Viaggi

Salute e Scienze

Mercoledì, 17 Settembre 2014

Al Neuromed la Notte dei Ricercatori

POZZILLI - Poco più di una settimana e l’I.R.C.C.S. Neuromed aprirà le porte del suo Parco Tecnologico ai cittadini. Venerdì ...

Altri Articoli: Salute e Scienze

myVoice

Lunedì, 15 Settembre 2014

Lettera aperta del segretario Idv di Montenero al centrosinistra

MONTENERO DI BISACCIA - Dopo la pausa estiva e dopo il rinnovo delle segreterie dei due principali partiti del centrosinistra ...

Altri Articoli: MyVoice