La tua area riservata. Per gestire Articoli, Annunci e Commenti
Scritto da Redazione    Domenica 10 Giugno 2012 20:48    Stampa
Le colpe del Governo Iorio non devono ricadere su operai Zuccherificio
Termoli - Politica Termoli

TERMOLI _ La vicenda legata allo Zuccherificio del Molise, fa registrare l'ennesimo fallimento politico, e non solo, del Governo Iorio. Due anni fa, il Presidente Iorio dichiarò di aver risolto la grave situazione dello zuccherificio del Molise con l’individuazione di un noto industriale molisano, che avrebbe incarnato il nuovo socio privato. Purtroppo, però, dopo soli 24 mesi di gestione, il ”Marchionne del Molise” (già noto per aver portato al fallimento altre aziende molisane), ha prodotto solo un ulteriormente debito ai bilanci dello zuccherificio.

L'ultima ricapitalizzazione e l'estromissione del socio privato avevano portato il Presidente Iorio e l’assessore Vitagliano a dichiarare, in pompa magna, che gli operai dello zuccherificio e gli agricoltori dovevano stare tranquilli perché il tutto era stato brillantemente risolto. Ma nel frattempo i debiti sono aumentarti ( si parla di circa 85 milioni di euro) ed il governo centrale invia un “commissario”, l'attuale amministratore delegato il dott. Alberto Alfieri che nell’atto dell’insediamento rassicurò i lavoratori sul futuro occupazionale e sul rilancio imprenditoriale dell’azienda. Invece dalle false promesse si è passati alla cruda realtà. Il piano proposto dall’a.d. Alfieri e recepito dalla giunta regionale con delibera n. 383 del 4 giugno 2012, prevede “la creazione di una New-Co interamente controllata dalla Regione, la concessione in affitto degli impianti di produzione dello zucchero per almeno tre anni, e un taglio drastico delle maestranze, che da 103 si ridurranno a 67 .

Ancora una volta le scelte sciagurate del governo Iorio ricadono sui lavoratori. Rifondazione Comunista ritiene che lo zuccherificio del Molise vada difeso e potenziato, soprattutto ora che nonostante la crisi economica, il prezzo dello zucchero è notevolmente aumentato e lo stabilimento termolese rappresenta ormai l’unica azienda produttrice di zucchero di tutto il centro sud d’Italia. Il P.R.C. si mobiliterà sul piano politico e sociale ed avanzerà una serie di proposte sul piano istituzionale affinché che le colpe e le responsabilità politiche della mala gestione non ricadano sui lavoratori e sui produttori di barbabietola che sono la parte sana dell’azienda.

Italo Di Sabato - segretario regionale Prc Molise

mySocial (condivi l'articolo sul tuo social preferito)
 
myNews.iT - Per spazio Pubblicitario chiama il 393.5496623

Cronaca

Cronaca Larino | 28 Aprile 2016

Inchiesta Eldorado, prescrizione su reati. Processo alle battute finali

LARINO - Sui lavori mai realizzati di messa in sicurezza del Biferno e della Diga del Liscione nonostante i 580 ...

Altri Articoli: Cronaca Termoli, Cronaca Campomarino, Cronaca Montenero - Petacciato, Cronaca Tremiti, Cronaca Molise, Cronaca Larino

Politica

Politica Termoli | 27 Aprile 2016

Dal "basso" Molise un Comitato per il NO al Referendum Costituzionale

TERMOLI - La stagione dei referendum sociali, appena aperta con la raccolta delle firme per ...

Altri Articoli: Politica Termoli, Politica Campomarino, Politica Montenero - Petacciato, Politica Tremiti, Politica Molise, Politica Larino

Sport

Sport Termoli | 27 Aprile 2016

Polisportiva San Pietro e Paolo organizza il primo trofeo Decò

TERMOLI – Fervono i preparativi per il primo trofeo Deco’ organizzato dalla Polisportiva San Pietro ...

Altri Articoli: Sport Termoli, Sport Campomarino, Sport Montenero - Petacciato, Sport Tremiti, Sport Molise, Sport Larino

Turismo

Turismo Molise | 24 Aprile 2016

Civitacampomarano, CVTà Street Fest: festival di street art

CIVITACAMPOMARANO - Si conclude nel migliore dei modi la prima edizione del CVTà Street Fest, ...

Altri Articoli: Turismo Termoli, Turismo Campomarino, Turismo Montenero - Petacciato, Turismo Tremiti, Turismo Molise, Turismo Larino